LA STORIA

 

Tutto è cominciato nei primi anni ’70 all’Oratorio di Rivolta, quando lo sport occupava gran parte del tempo libero dei giovani.  Si giocava all’aperto, sul campo di cemento che d’inverno doveva essere liberato con la forza delle braccia (era quasi un allenamento) dal ghiaccio e dalla neve. Si andava in trasferta con il cambio in un sacchetto di plastica, di quelli della spesa, ognuno con uno sponsor diverso. Non era previsto nessun allenamento, bastava solo riuscire a far entrare la palla nel cerchio di ferro e qualcuno aveva anche una bella mira.

Nel 1976 la squadra ha assunto l’attuale denominazione e da allora di strada ne ha fatta parecchia.

Dagli anni ’80, grazie all’impegno e alle capacità organizzative del presidente Sergio Robustelli Test e all’entusiasmo del suo collaboratore Paolo Ghezzi, la società, anche per l’intervento di Giancarlo Foglio, è tra le più attive nel panorama sportivo dilettantistico rivoltano.

Ormai da parecchi campionati la squadra milita stabilmente nel campionato di promozione con risultati più che positivi.

Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Adda Basket di Spino d’Adda (sospesa momentaneamente per il campionato 2015-2016 per problemi organizzativi di entrambe le società), ogni anno si riesce ad allestire squadre che militano nei campionati giovanili, con alterne soddisfazioni.

Sono anche attivi numerosi corsi di minibasket con insegnanti preparati in questa disciplina.

Ultimamente è stata creata, grazie alla esperienza e capacità di Francesco Rossini, una collaborazione con il Basket Integrato che partecipa ad un campionato CSI nel territorio cremonese.

Insomma una società invidiabile per impegno e capacità di aggregare il mondo giovanile che con il contributo sempre più importante del Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco – Cassa Rurale porta in tutte le palestre della Lombardia il proprio spirito sportivo con grande entusiasmo e volontà di fare sempre meglio.